Primo piano

TEST HUU

TEST GENETICO HUU - CONVENZIONE CIRCOLO ITALIANO BULLDOG Il Circolo Italiano Bulldog, da GENNAIO 2018 a DICEMBRE 2018, al fine di effettuare uno screening dei bulldogs presenti in Italia ed incentivare l’utilizzo del test HUU ha stabilito una convenzione con il laboratorio SYN LAB VET a...

News
domenica 9 dicembre 2018

09.12.2018 - CLASSIFICA ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI ERBA

http://www.bulldogitalia.it/articoli.asp?id=919 ...

domenica 25 novembre 2018

25.11.2018 - CLASSIFICA ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE DI ROMA

http://www.bulldogitalia.it/articoli.asp?id=918 ...

sabato 24 novembre 2018

24.11.2018 - CLASSIFICA RADUNO DI ROMA

http://www.bulldogitalia.it/articoli.asp?id=917 ...

Gestione dei riproduttori

 La gestione dei riproduttori


La mortalità dei cuccioli nel primo mese di vita è molto elevata ("fading puppy" nella terminologia anglosassone). Si va da un 20% nelle situazioni migliori ad un 60-70% nelle più disastrose.

Le cause di fading puppy vanno dalle infezioni virali e batteriche alle infestazioni parassitarie ai problemi di ordine genetico , fino agli errori manageriali.

Per ridurre al minimo le perdite è necessario monitorare la situazione dell'allevamento attraverso una accurata schedatura delle fattrici, pianificando la ricerca delle patologie (esami batteriologici, virali, parassitologi, del sangue ecc.) e successivamente, in collaborazione col veterinario, formulare gli interventi.

Partendo da queste considerazioni gli obiettivi principali e più semplici che ci dobbiamo porre sono:

Ridurre il rischio di malformazioni non di origine genetica.

Avere sotto controllo le malattie di origine batterica, virale e parassitaria.

Massimizzare la capacità riprodutiva con un semplice monitoraggio del calore.

Una buona gestione dell'allevamento non prescinde da una buona gestione della fattrice.

Il monitoraggio della fattrice deve iniziare almeno un mese prima del presunto calore e proseguire fino al mese successivo al parto.

 

ALIMENTAZIONE E CURE DELLA FATTRICE PRIMA DELL'ACCOPPIAMENTO

Un mese prima del previsto calore monitorare:

Dieta e controllo del peso : somministrare un alimento tipo " mantenimento " circa 250 gr/dì 
Evitare sovrappeso e sottopeso perchè alterano il calore e provocano difficoltà nel concepimento. 
Stato sanitario della fattrice specie se primipara, valutabile con visita clinica dal vostro veterinario. 
Esame del sangue completo con particolare attenzione all'aumento dei globuli bianchi (segno di possibile infezione dell'utero).L'ematocrito deve essere superiore al 37%, l'emoglobina deve essere superiore a 10g/dì e le proteine totali superiori a 5g/dì. Valori inferiori denunciano una situazione di malnutrizione e/o malattia. 
Valutazione funzionalità Tiroidea in caso di assenza di calori o calori oltre i 10 mesi .Dosare T4 free e TSH. 
Esame c itologico vaginale per valutare il periodo del ciclo e presenza di infezione. 
Esame batteriologico vaginale+ricerca di mycoplasmi .Batteri patogeni per l'utero possono causare mortalità durante la 1°settimana di vita nei cuccioli: E.coli, proteus, pseudomonas, streptococchi, stafilococchi. i mycoplasmi provocano ipofertilità e malattie respiratorie croniche nei cuccioli.

SCHEDA 1

[ scarica]

 

Sierologico per Herpesvirus (molto diffuso) IST.ZOOP. Pavia

Sierologico per Brucella Canis (se sospetto) IST.ZOOP. Teramo

 

SCHEDA 2

[ scarica ]

 

Somministrare acido folico 5mg/dì da 1 mese prima a 40 gg. dopo il calore per ridurre la % di malformazioni indotte dalla mancata chiusura della linea mediana (dati di medicina umana e veterinaria).

Trattamento contro parassiti esterni ed interni.

Vaccinazione .


Al momento del calore si procede alla gestione dell'ovulazione mediante :

•  citologia vaginale a partire dal 4°-5°gg e ogni 2 gg.

•  progesterone ematico ogni 2 gg a partire dall'8°gg fra 5-6 ng/ml si ha l'ovulazione accoppiamento e fecondazione artificiale fra 2°-5°gg dopo l'ovulazione.

ALIMENTAZIONE E CURE DELLA FATTRICE IN GRAVIDANZA

DIETA : passare una dieta "mantenimento" a una "crescita" o "attività intensa" più energetica e ricca di proteine (30% proteine e 20% grassi).

Buona norma è aggiungere frutta e verdure colorate (verde arancione rosse) in quanto contengono sostanze antiossidanti.

Somministrare vit E, gruppo B,vit. C, aminoacidi essenziali, carnitina e microelementi (selenio, ferro e zinco). Somministrare acidi grassi omega 3-6 come integratore o come alimento (pesce) . Favoriscono lo sviluppo cerebrale e della retina nel feto.

I farmaci posso provocare malformazioni , sono quindi da somministrare sotto controllo veterinario. 
Non integrare con vit A , l'eccesso provoca malformazioni (palatoschisi). 
Non integrare con vit D , l'eccesso provoca calcificazioni fetali. 
Non integrare con calcio, l'eccesso può provocare ipocalcemia in lattazione (eclampsia)

Il sistema immunitario del cucciolo è compromesso da diete squilibrate. 
Aumentare gradatamente la razione. A partire dalla IV settimana di gestazione alimentare la fattrice 2 volte al dì, se ha difficoltà lasciare l'alimento a disposizione.

 

20°gg

Ecografia per diagnosi precoce di gravidanza.

26°-30° gg

test rapido di gravidanza . 
relaxina sapere se la fattrice è gravida è importante per gestire l'alimentazione durante il 2° mese di gestazione e gli ultimi giorni di gravidanza col vostro veterinario.

45°gg. esame radiografico o ecografico

in caso di dubbi sulla gravidanza. 
Ematologico completo per valutare lo stato di salute. 
Profilassi antielmintica per eliminare le larve latenti che si mobilizzano a partire dal 42° gg di gravidanza. 
fattrice febendazolo 50 mg/kg per 3gg consecutivi ogni 10 gg fino a 15gg dopo il parto. 
cuccioli dal 15° gg trattare ogni 2 settimane fino a 8 settimane di vita. 
Bagno disinfettante e isolamento della fattrice due settimane prima del parto

 

TRATTAMENTO DELLA FATTRICE NELLA FASE DEL PARTO

Dal 56°gg - iniziare la misura della temperatura rettale ogni 12 ore.

Il calo di circa 1° C (da 38° a 37°) significa che il parto inizia entro 12-24 ore.

In caso di dubbi effettuare test del progesterone - 18-20 ore prima del parto scende sotto i 2 ng/ml

Parto mediante taglio cesareo - massima igiene

Fattrice - lavaggio e disinfezione accurata di mammelle e perineo prima dell'allattamento

Natalità - la media della cucciolata per i bulldog è di 5,9

mortalità - necroscopia - batteriologico - virologico su tutti i cuccioli deceduti

 

ALIMENTAZIONE E CURE DELLA FATTRICE IN LATTAZIONE

Controllare le mammelle della fattrice ad ogni allattamento, verificare indurimenti, arrossamenti e febbre. Sono segni di mastite-metrite, consultare il veterinario.

Addizionare l'alimentazione con vit A, D, E, C, gruppo B e microelementi

1° sett dieta "attività intensa" pari a 1,5 volte la quota di mantenimento (250gX1,5=375 gr) 
2° sett dieta "attività intensa" pari a 2 volte la quota di mantenimento (250X2=500 gr) 
3° sett per cucciolate con oltre 4 cuccioli aumentare di 0,25 la quota di mantenimento, ad es:

 

5 cuccioli (5x0,25=1,25

250gr+(250grX1,25)=562,5gr

6 cuccioli (6X0,25=1,5)

250gr+(250grX1,5)=625gr

7 cuccioli (7X0,25=1,75)

250gr+(250grX1,75)=687,5gr

8 cuccioli (8X0,25=2)

250gr+(250grX2)=750gr

 

La fattrice non deve perdere più del 10% del peso. Buona norma pesare la fattrice ogni 2-3 gg e registrare il peso

4°-5°sett effettuare un controllo veterinario su vagina e utero con ecografia e tampone cervicale

Allo svezzamento ridurre drasticamente la dieta fino alla quota di mantenimento

CURE DELLO STALLONE

Suggerimenti:

•  accoppiamenti con fecondazione artificiale per evitare infezioni

•  esame del sangue completo una volta all'anno

•  sieroneutralizzazione per brucella canis una volta all'anno

•  sieroneutralizzazione per herpes virus due volte l'anno

•  tampone prepuziale per batteriologico e micoplasmi due volte l'anno

•  chirurgia per firmosi o parafirmosi